Vittorio Sermonti e il suo ultimo cesello: la traduzione di Ovidio

Come si rende moderna una traduzione delle Metamorfosi di Ovidio, ammesso che abbia ancora senso tradurlo oggi?

La chiacchierata con Vittorio Sermonti -  scrittore, traduttore, regista televisivo e di teatro, attore, giornalista e docente all’Accademia nazionale d’arte drammatica italiano - trae spunto dalla sua ultima opera, un vero e proprio cesello: Le Metamorfosi di Ovidio tradotte per Rizzoli. Essa si colloca nel più ampio dibattito cui La Fenice Channel ha dedicato un’intera giornata attorno alla questione del Mito.


in redazione: Pietro Tessarin
editing: Jacopo Longato