Stefano Duranti Poccetti: Paganini. Tra carne e spiritualità

Scendendo a tentoni la piccola scala
-così nera!- sprofondo nell’alcova profonda
dove bruciano di desiderio i singolari sguardi
e le carezze della mia pallidezza moribonda.

È la mia ultima notte in questo triste ospedale
-ultima notte d’amore!...- , poi, soddisfatta la carne,
domani partirò, dimentico e brutale,
verso i deliranti tormenti della vita.

ascolta qui le trasmissioni precedenti