Giuseppe Pugliese: Benedetto Croce e Arturo Toscanini

Giuseppe Pugliese, musicologo e critico musicale, intervenne nel 1967 alla Fenice in occasione de i lunedì della Fenice, una serie di incontri culturali alla Sale Apollinee del Teatro veneziano nei pomeriggi tra gli anni ’60 e ’70.

L’argomento che sottoponeva al pubblico riguardava la vicinanza culturale tra Benedetto Croce (1866-1952), filosofo, storico, politico, critico letterario e scrittore italiano, principale ideologo del liberalismo novecentesco italiano ed esponente del neoidealismo e Arturo Toscanini (1867-1957), celeberrimo direttore d’orchestra italiano.

Un’analogia lunga dai molteplici aspetti che Pugliese riassume brevemente e a ritroso, iniziando, cioè, dalla conclusione.


Pugliese è stato anche capo ufficio stampa del Teatro La Fenice, autore di saggi e monografie musicali, organizzatore musicale (aveva guidato il Premio Viotti e la Società del Quartetto di Vercelli), nel 1992 aveva fondato a Venezia l’Associazione Richard Wagner di Venezia della quale era presidente.


nella foto qui sotto Giuseppe Pugliese (primo a six) accoglie Herbert von Karajan e sua moglie all’aereoporto di Venezia. Karajan avrebbe di lì a poco diretto l’Orchestra della Fenice in un concerto memorabile che si tenne nel Teatro veneziano (© La Fenice - Archivio Storico)